La direzione dell’urbanistica e dell’ecologia compie le attività di preparazione, coordinazione e produzione della documentazione di pianificazione urbanistica nonché tutte le altre attività relative alla produzione della documentazione urbanistica, della documentazione di progettazione e altra documentazione connessa con la pianificazione urbanistica e l’assestamento urbanistico.

20 dipendenti sono impiegati presso la Direzione, e tutti i segmenti professionali che partecipano al processo della produzione della documentazione di pianificazione urbanistica sono rappresentati.

Basandosi sull’analisi della preparazione proprietaria e legale e della documentazione urbanistica e quella di progettazione, la Direzione proporre modi ottimi in cui progetti d’investimento, progetti di sviluppo e progetti cittadini dovrebbero essere preparati; la Direzione:

  • produce e applica i quadri indispensabili tecnici e legali per la realizzazione di progetti cittadini;
  • provvede le precondizioni e svolge la preparazione delle località;
  • coordina la produzione della documentazione relativa ai programmi, alle pianificazioni e ai progetti con lo scopo di realizzare progetti cittadini;
  • promuove la realizzazione e la smerciabilità di progetti d’investimento cittadini;
  • continuamente mantiene e aggiorna il database per le esigenze della Città di Fiume applicando tecnologia GIS.

Il modello di lavoro della Direzione dell’urbanistica e dell’ecologia si basa sull’orientamento che la produzione della documentazione di pianificazione urbanistica sarà verificata sul mercato. Il Dipartimento, ovvero la Direzione come portatore della produzione della documentazione, svolge tutti i preparativi ed elabora il compito programmatico che non comprende solo una soma d’informazioni relative all’area trattata, ma provvede anche soluzioni creative ai problemi che possono apparire in locazione. Così un compito programmatico diventa un documento chiaro che dimostra le obbligazioni dell’appaltatore, lasciandogli la libertà d’interpretazione e la possibilità di supplementare gli oggettivi e le visioni della pianificazione territoriale. La produzione del compito programmatico nelle condizioni in cui la documentazione di pianificazione urbanistica è stata eredita, richiede uno sforzo eccezionale perche proprio con il compito programmatico si svolge l’atto di pianificazione nello spazio.

Il processo metodologico di produzione sottintende l’inclusione di tutte le parti interessate nella stesura del piano. Nelle condizioni attuali, si fanno sforzi per coinvolgere un numero quanto maggiore delle parti: comitati di quartiere come rappresentanti degli interessi dei cittadini, associazioni dei cittadini, autorità municipali, regionali e statali, aziende comunali e pubbliche, organizzazioni e istituzioni di importanza pubblica (educative, sportive, religiose), proprietari di terreni (aziende, individui), aspiranti a diversi tipi di proprietà immobiliare ecc. che legalmente dimostrano i propri diritti o aspirazioni allo spazio, portano a una situazione di conflitto di interesse, piani e visioni di sviluppo nello spazio.

Nella fase di preparazione del piano questo è necessario riconoscere, porre domande sui loro interessi e aspirazioni allo spazio, mentre nella fase di preparazione del compito programmatico come pure durante la produzione della documentazione di pianificazione urbanistica, aspirazioni spaziali devono essere armonizzate, filtrate oppure rifiutate. Pertanto la stesura del piano si svolge nelle fasi di pre-concezione, concezione e sintesi. Le fasi includono dibattiti interni professionali, mentre a partire dalla fase di creazione di una proposta di concezione anche il processo di dibattito pubblico con un ampio cerchio di partecipanti.

La metodologia della produzione della documentazione di pianificazione urbanistica è stata innovata con la stesura dell’elaborato di proprietà immobiliare per l’area trattata. In questo modo l’accesso e l’ampiezza della concezione urbanistica si confronta con attuali rapporti proprietari, possibilità e processi volti a risolvere i rapporti. Deve essere stabilito che il diritto proprietario nel processo di produzione della documentazione non può essere l’unico diritto nell’assestamento di uno spazio, ma esso diventa limitato dai diritti di altri titolari, come pure da interessi comuni della comunità su un’area, ad esempio dalla costruzione di infrastrutture comunali e di trasporto, da zone centrali di certi quartieri cittadini e da una struttura d’infrastruttura sociale.

Con l’introduzione graduale di tecnologia IT e con la formazione e l’applicazione delle banche dei dati segmentate, con lo scopo di introdurre GIS, la direzione prova di applicare nelle sue analisi metodi aggiornati, nella pianificazione e nella gestione territoriale della Città di Fiume.

Nell’implementazione delle sue attività, la Direzione coopera con istituzioni regionali e quelle dell’amministrazione statale, con altre istituzioni dell’amministrazione cittadina, con istituzioni specializzate, con imprese e persone individuali, e promuove la comunicazione con cittadini e con associazioni cittadine, e non solo nella fase in cui si prepara e adotta la documentazione di pianificazione urbanistica.