Titolo del progetto:

Valorizzazione turistica dei monumenti rappresentativi del patrimonio industriale di Fiume

Obiettivo del progetto:

La creazione di una destinazione culturale e turistica con nuovi contenuti culturali e turistici sviluppati all’interno dei monumenti rappresentativi appartenenti al patrimonio industriale di Fiume in un prodotto culturale e turistico unico e comune, contribuendo così alla distinzione e alle visite turistiche, nonché allo sviluppo sostenibile a livello locale e regionale.

Durata del progetto: 1 giugno 2017 – 30 settembre 2021

Attività chiave:

La valorizzazione turistica dei monumenti rappresentativi del patrimonio industriale di Fiume è un progetto triennale attuato dalla Città di Fiume, in collaborazione con l’Università degli studi di Fiume e l’Ente per il turismo della città di Fiume. Il programma viene attuato attraverso la ristrutturazione e la messa in funzione di due monumenti culturali rappresentativi protetti: la motonave Galeb e il Palazzo dello Zuccherificio, nell’ambito dell’ex complesso industriale Rikard Benčić. Il programma comprende la creazione di un nuovo percorso culturale e turistico, nonché attività scientifiche, educative e promozionali che promuovono il progetto e sensibilizzano l’opinione pubblica sul pubblico in generale.

Dopo la ricostruzione e l’attrezzamento, su una superficie totale di 9.524,9 mq, le strutture avranno molteplici scopi culturali e commerciali per: mostre permanenti e temporanee, laboratori creativi, un cinema estivo, conferenze tematiche, capacità di alloggio e numerosi servizi commerciali direttamente collegati al patrimonio culturale.

Partner:

La Città di Fiume (partner capofila)

L’Ente per il turismo della città di Fiume

L’università degli studi di Fiume

Budget:

Budget totale del progetto: 81.339.442,05 kune

Finanziamento dell’UE: 68.891.606,18 kune

Finanziato con:

Fondi strutturali – Fondo europeo di sviluppo regionale – Programma operativo “Competitività e coesione”

 

La motonave “Galeb”

Obbiettivo:

Si prevede la trasformazione della motonave Galeb in una nave / museo. Gli interventi previsti includono il cambio di destinazione d’uso e la messa in funzione della nave / museo come dipartimento del museo civico (80% dello spazio dedicato a scopi culturali) e di contenuti turistici collaterali (20% dello spazio dedicato a scopi culturali).

Descrizione del progetto

Il progetto prevede l’adattamento della nave nel porto di Fiume con i suoi ricchi contenuti ai flussi culturali e artistici in città (spettacoli teatrali, tribune, spettacoli, seminari didattici, videoproiezioni e altri contenuti che saranno implementati dalle istituzioni culturali di Fiume). L’inaugurazione della nave come nuovo contenuto culturale e turistico incoraggerà l’apertura di nuovi posti di lavoro nel settore culturale.

A bordo sono previsti spazi commerciali: un ostello, un ristorante e una caffetteria che aumenteranno l’attrattiva turistica e l’usabilità del patrimonio culturale rinnovato e creeranno nuove strutture ricettive, mancanti nel centro di Fiume. Ciò contribuirà direttamente all’aumento del numero di pernottamenti e prolungherà la stagione turistica. È stato previsto che la nave Galeb sarà aperta ai visitatori e agli ospiti 365 giorni all’anno.

Concetto

Gli interventi sulla ricostruzione della nave esistente per esigenze culturali e altri scopi sono pianificati mantenendo il suo aspetto esterno e introducendo nuovi contenuti con gli interventi necessari a bordo. In questo modo, le caratteristiche di base della nave vengono mantenute, e con l’uso la nave viene trasformata in una nuova funzione. Verranno introdotti nuovi sistemi di sicurezza e tecnici che consentono l’uso moderno e lo sviluppo delle attività museali.

Scopo del progetto:

Il concetto di allestimento di mostre permanenti e temporanee a bordo della nave Galeb è stato elaborato con l’obiettivo di rendere la mostra museale accattivante per il più vasto gruppo di visitatori di tutte le età, e questo farà rivivere questa nave.

Durata del progetto: 1 giugno 2017 – 30 settembre 2021

Valore dell’investimento: 38.543.243,81 kune

Cofinanziato con fondi UE: 85%

Valore dell’investimento dopo il bando di gara, IVA inclusa: 58.572.773,64

Appaltatore: Dalmont, Kraljevica

L’accordo sull’esecuzione dei lavori è stato firmato il 29 novembre 2019.

Fine prevista dei lavori: gennaio 2021

 

Palazzo dello Zuccherificio

Il palazzo dello Zuccherificio all’interno del complesso industriale Rikard Benčić è uno degli edifici che fino agli anni ’90 del secolo scorso costituivano il complesso industriale che durante la storia era il centro dell’industria nella parte occidentale di Fiume. Dal 1970, il Palazzo dello Zuccherificio è protetto come bene culturale. Fino ad oggi, la Città di Fiume ha investito circa 12 milioni di kune in ricerca e restauro per diversi anni in preziosi manufatti del palazzo in collaborazione con l’Istituto croato per la conservazione sulla base dei quali sono state proposte le linee guida per la stesura della documentazione progettuale per il rinnovo. A seguito delle ricerche approfondite è stata pubblicata una monografia intitolata “Il palazzo dello zuccherificio di Fiume – ricerca sugli interventi di conservazione-restauro” ed è stato preparato un CD ROM interattivo.

Il blocco dell’ex complesso si trova in centro città, vicino alla stazione ferroviaria e stazione degli autobus, circondato da altri edifici pubblici, ma anche da locali commerciali e residenziali. Con la ricostruzione e l’attrezzamento, questo palazzo barocco diventerà sede del museo civico. Si tratta del progetto intitolato “Valorizzazione turistica dei monumenti rappresentativi del patrimonio industriale di Fiume” per il quale la città ha ricevuto 69 milioni di kune dal Fondo europeo di sviluppo regionale, nell’ambito del programma operativo “Competitività e coesione 2014-2020”.

Il programma “Valorizzazione turistica dei monumenti rappresentativi del patrimonio industriale di Fiume” comprende la creazione di un nuovo percorso culturale e turistico, nonché attività scientifiche, educative e promozionali che promuovono il progetto e sensibilizzano al patrimonio culturale.

La realizzazione di questo progetto fa parte del programma Fiume 2020 – Capitale europea della cultura.

Obbiettivo:

La ricostruzione e l’attrezzamento del Palazzo dello Zuccherificio consentiranno l’uso dei beni culturali che non sono attualmente in funzione. Rinnovando e creando nuovi contenuti e traslocando il Museo civico di Fiume nell’edificio recentemente rinnovato, il patrimonio dell’ex complesso industriale Rikard Benčić a Fiume sarà preservato e disponibile per le generazioni future.

A proposito del progetto:

Gli interventi previsti riguardano il cambio di destinazione d’uso e l’esecuzione degli interventi necessari al fine di mettere in funzione i locali sopra citati per le esigenze del nuovo museo civico e dei contenuti turistici collaterali.

Concetto

Gli interventi sulla ricostruzione dello spazio esistente per le esigenze dei locali della galleria non cambiano le dimensioni, l’aspetto esterno e la struttura portante dell’edificio, ma il nuovo contenuto, con il minor intervento possibile, viene inserito nello spazio. In questo modo, vengono mantenute le caratteristiche di base dell’edificio, che con utilizzo si trasforma in una nuova funzione. Vengono introdotti nuovi sistemi di sicurezza e tecnici che consentono l’uso moderno e lo sviluppo delle attività museali.

A chi è destinato il progetto?

In conformità con le attività pianificate e le stime fatte dagli esperti del museo, il numero di visitatori nell’infrastruttura recentemente rinnovata raggiungerà 67.750 visitatori ogni anno solo per scopi culturali e programmi all’interno del Palazzo. Per quanto riguarda il calcolo degli indicatori turistici per una piccola parte dei locali commerciali (bar, agenzia di viaggi) non sono state fatte proiezioni sul numero di visitatori, dato che i locali commerciali saranno utilizzati da affittuari privati, mentre il gestore dell’infrastruttura, Città di Fiume, è direttamente responsabile dell’implementazione dei contenuti culturali durante la vita operativa della nuova infrastruttura.

Durata del progetto:

1 giugno 2017 – 30 settembre 2021

Valore dell’investimento: 39.114.193,81 kune

Cofinanziato con fondi UE: 85%

Stato del progetto:

In costruzione. I lavori vengono eseguiti dall’azienda slovena VG5.

 

Skip to content