Con l'introduzione dell’Educazione civica nelle scuole elementari, la Città di Fiume promuove la nonviolenza, la tolleranza e la solidarietà e intende sviluppare negli alunni valori umani che si basano sull’accettazione e sull’inclusione della diversità e sul rispetto dei diritti umani come pure sulla comprensione della vita nella società civile.

Dall’anno scolastico 2016/2017, la Città di Fiume permette agli alunni che frequentano classi superiori della scuola elementare l’insegnamento dell’Educazione civica.

Per il suddetto programma la Città di Fiume ha redatto pure un libro di testo per gli alunni.

L’attuazione dell’Educazione civica si basa sul modello del molto riuscito programma “La mia Fiume“, come un’attività extracurriculare.

Le classi dell’educazione civica nelle scuole di Fiume si svolgono una o due volte la settimana, con un fondo annuale massimo di 70 lezioni nelle classi superiori (dalle quinte alle ottave classi). La materia viene introdotta gradualmente, in modo da essere introdotta per la prima volta nelle quinte classi, e si prevede di implementarla continuamente fino alla fine dell’istruzione elementare.

Libro di testo per gli alunni “L’alunno, cittadino”

Nell’anno scolastico 2015/2016 sono state attuate attività preparatorie per la realizzazione di questo programma. Il libro di testo è stato redatto per gli alunni e copre tutti gli aspetti dell’Educazione civica e i temi sono stati formati in maniera adeguata, interessante e vicina agli aunni. Nel 2017 il libro di testo è stato migliorato, secondo le raccomandazioni derivanti dalla valutazione del primo anno sperimentale della sua attuazione.

Questo è il primo libro di testo del suo genere in Croazia, nella cui preparazione sono stati inclusi molti partecipanti – organizzazioni della società civile, la Facoltà di Filosofia, insegnanti-traduttori del programma e le scuole. Gli insegnanti e gli traduttori interessati prima frequentano un corso di formazione che consente loro di insegnare con successo alunni sui temi importanti per la partecipazione sociale e politica, sui diritti umani, sulle relazioni interpersonali, sullo sviluppo sostenibile e sulla tutela dei consumatori.

Obiettivi del programma

Tenendo conto del fatto che oggi incontriamo un basso livello di alfabetizzazione politica nei giovani e la presenza di atteggiamenti non democratici, il rafforzamento dell’intolleranza e dell’esclusione e la mancanza delle conoscenze e delle abilità necessarie per la vita quotidiana, l’introduzione dell’educazione civica nelle scuole elementari di Fiume dovrebbe servire, tra l’altro, come incentivo al ministero competente per l’introduzione di questa materia nel sistema educativo di tutte le scuole.

L’obiettivo dell’introduzione dell’Educazione civica è quello di incoraggiare i giovani a una maggiore partecipazione alla comunità, il rispetto della diversità, assumendo un ruolo attivo quando si appella ai diritti umani, allo sviluppo sostenibile e alla democratizzazione della società in generale.

L’educazione civica è uno dei pilastri fondamentali della società democratica e la sua attuazione nel sistema educativo formale dovrebbe essere considerata una necessità perché in questo modo diventa facilmente accessibile a tutti gli alunni, consentendo loro di diventare membri responsabili e attivi della società. Un aspetto importante dell’Educazione civica comprende l’insegnamento dei giovani sull’applicazione delle conoscenze e delle abilità acquisite nella vita quotidiana dopo la scuola. Le indagini dimostrano che molti di loro non conoscono la differenza tra conto corrente e giroconto, non sanno come affrontare il divorzio dei propri genitori e a chi rivolgersi nel caso in cui i loro diritti siano stati violati. L’educazione civica, tra ‘altro, dovrebbe rispondere a tutte queste questioni.