Il Consiglio cittadino ha approvato il bilancio della Città di Fiume per il 2019 nell’importo di 1,143 miliardi di kune, un bilancio da record mai proposto finora.

Gradonačelnik Rijeke Vojko Obersnel sa suradnicima

Il sindaco della Città di Fiume con i suoi collaboratori

Il bilancio è caratterizzato da grandi investimenti, principalmente legati al progetto Fiume – Capitale europea della cultura 2020, come pure da un’eccedenza delle entrate che sarà assicurata per la copertura pianificata del disavanzo, al fine di ridurre gli obblighi della Città di Fiume.

I redditi regolari sono stati pianificati al livello dello scorso anno. Un notevole aumento dei mezzi finanziari di persino 250 milioni di kune riguarda i mezzi finanziari assicurati attraverso i fondi dell’UE necessari per la realizzazione di impianti infrastrutturali legati al CEC, come pure per il pianificato indebitamento per progetti legati al CEC, in quanto è necessario assicurare la propria partecipazione ai progetti dell’UE.

Le spese dei progetti d’investimento costituiscono un terzo del bilancio.

Il sindaco di Fiume Vojko Obersnel ha rilevato che le spese sono state proiettate in modo razionale, senza notevoli aumenti. Non sono stati proiettati aumenti per i dipendenti, tranne nella parte che riguarda asili d’infanzia, a causa di nuovi impieghi dovuti alla riorganizzazione degli asili e l’apertura di nuove capacità e il nuovo accordo collettivo. Sono stati notevolmente aumentati solo i mezzi legati al progetto CEC, così persino 30 milioni di kune sono dedicati al sovvenzionamento dell’azienda Rijeka 2020, che sta portando avanti il progetto CEC. Le altre spese sono rimaste allo stesso livello oppure sono state ridotte in misura irrilevante per assicurare un avanzo alla fine dell’anno, necessario per coprire il disavanzo derivante da anni precedenti, “ha accentuato il sindaco Obersnel.

Predsjednik Gradskog vijeća Andrej Poropat

Il presidente del Consiglio cittadino Andrej Poropat

Un terzo del bilancio costituiscono le cosiddette spese in conto capitale per attività non-finanziarie nell’importo di 330 milioni di kune, che comprendono il progetto di rivitalizzazione del complesso Benčić, la sistemazione della Casa dei bambini, della Biblioteca civica di Fiume e la sistemazione dell’appartenente area pubblica e l’ultimazione del palazzo dello Zuccherificio quale nuova sede del Museo civico di Fiume, e la riqualifica del panfilo Galeb, poi anche un’ulteriore investimento nel rinnovo energetico di diversi stabili che ospitano asili d’infanzia, scuole elementari e musei, investimenti nella costruzione di strade, nelle infrastrutture comunali, e cimiteri cittadini, la sistemazione dell’incubatore imprenditoriale Torpedo, il Centro d’interpretazione del patrimonio naturale ecc.

Il sindaco ha detto che il Governo della Repubblica di Croazia capeggiato da Andrej Plenković ha fiducia nell’amministrazione cittadina, alla quale alcuni giorni fa per il progetto CEC ha affidato 35 milioni di kune e prevede di stanziare aggiuntivi 35 milioni di kune.

Il Consiglio cittadino ha approvato altri documenti relativi al bilancio per il prossimo anno, che includono le necessità pubbliche nel campo della cultura, dello sport e della cultura tecnica, la distribuzione della tassa sui monumenti, il programma di manutenzione e costruzione di infrastrutture comunali e il programma di manutenzione delle infrastrutture comunali sul territorio dei comitati di quartiere.

Gradsko vijeće podržalo proračun za 2019. godinu

Il Consiglio cittadino ha approvato il bilancio per il 2019

Inoltre, il Consiglio ha approvato la delibera sul finanziamento dei partiti politici rappresentati al Consiglio cittadino e la delibera sul metodo di finanziamento dei consigli delle minoranze nazionali e la rappresentante della minoranza nazionale ceca.

Il Consiglio ha approvato senza discussione il bilancio rettificativo per il 2018 con i documenti d’accompagnamento in materia di modifiche al Programma di necessità pubbliche nel campo della cultura, dello sport e il programma di manutenzione e di costruzione di infrastrutture comunali e modifiche al piano di distribuzione della tassa sui monumenti.

Il Consiglio cittadino ha dato il proprio consenso all’indebitamento dell’azienda municipalizzata Autotrolej di circa 10 milioni di kune per poter regolare la propria partecipazione ai progetti dell’UE per l’acquisto di autobus, il sistema per l’annuncio dell’arrivo del bus alla fermata e per applicazioni mobili e web, come pure alla municipalizzata ViK (Acquedotto e canalizzazione) per poter riprogrammare il mutuo assunto presso la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo per il progetto di costruzione del sistema pubblico di scarico delle acque reflue con lavori di accompagnamento sulla rete idrica.