Si è tenuta una seduta congiunta dei consiglieri dell’Assemblea regionale della Regione litoraneo – montana e del Consiglio cittadino della Città di Fiume incentrata sui problemi e sul futuro del cantiere navale “3. Maj”.

Il vice ministro Zvonimir Novak era presente alla seduta a nome del Ministero dell’Economia e ha parlato della ristrutturazione del gruppo “Uljanik”, proprietario del cantiere navale “3 maj”, dove Danko Končar è stato scelto come partner strategico. Il Ministero delle Finanze e il Ministero dell’Economia hanno avuto alcune obiezioni alla bozza di progetto di ristrutturazione presentata e hanno chiesto una correzione. Nel progetto presentato non è chiaro cosa si sta ristrutturando, il cantiere navale “Uljanik” o l’intero gruppo “Uljanik”, ha detto Novak. Il governo della Repubblica di Croazia sostiene fermamente i tentativi volti a preservare la cantieristica navale come strategica industria nel bacino settentrionale, ma dobbiamo anche comportarci in modo responsabile nei confronti delle risorse di bilancio “, ha concluso Novak.

Preservare i posti di lavoro nel cantiere navale “3. maj ” con l’adempimento di tutti gli obblighi e il rimborso di tutti i debiti

Il sindaco Vojko Obersnel ha dichiarato che il Consiglio cittadino ha discusso in diverse occasioni del cantiere e della sua sopravvivenza. Il piano urbanistico generale della città di Fiume non consente di modificare l’uso previsto della zona del cantiere navale. A causa delle condizioni negoziate con Bruxelles, l’acquisto del cantiere “3. maj ” da parte del gruppo Uljanik, in quel momento, ha salvato “3 maj “. Sfortunatamente, questa soluzione non si è dimostrata positiva. Il problema può essere risolto solo ristrutturando più velocemente il cantiere “Uljanik”, però dobbiamo insistere sul rimborso dei debiti che Uljanik ha verso “3. maj “. Il secondo modello è la vendita del cantiere navale ” 3. maj ” a un partner strategico.

La direzione del gruppo Uljanik deve accelerare le attività di ristrutturazione, a condizione che la cantieristica navale nel cantiere navale fiumano continui con la massima occupazione perché questo riveste un’importanza eccezionale per la nostra intera regione.

Nel concludere la seduta, il sindaco ha detto che aveva aspettato che i rappresentanti del ministero e del gruppo Uljanik, avrebbero detto qualcosa dei termini, ma questo ovviamente non si è verificato, mentre il presidente della Regione ha detto brevemente che vuole sapere dov’è il Piano di ristrutturazione del gruppo Uljanik e quando sarà inviato alla Commissione europea a Bruxelles.