Dall’anno scolastico/academico 2010/2011, la Città di Fiume elargisce borse di studio a studenti con residenza nel territorio della città di Fiume che si abilitano a una professione deficitaria sulla base dei dati raccolti dall’Istituto croato per il collocamento al lavoro e dall’Ufficio dell’amministrazione statale e delle necessità delle istituzioni cittadine. Di questo beneficiano i giovani che in questo modo assicurano un posto di lavoro, mentre la Città soddisfà le proprie esigenze in termini di profili professionali.

Sulla base della Delibera sulle borse di studio per studenti che si abilitano a professioni deficitarie  per le necessità delle istituzioni sul territorio della città di Fiume, di cui i Criteri per la selezione dei borsisti fanno parte integrante, come pure sulla base dei dati raccolti dall’Istituto croato per il collocamento al lavoro e dall’Ufficio dell’amministrazione statale e delle necessità delle istituzioni cittadine, il numero delle borse di studio, l’importo della borsa mensile e professioni deficitarie per le quali viene pubblicato il bando di concorso per ogni anno accademico vengono determinati dal sindaco.

Il bando di concorso per l’assegnazione delle borse di studio, di norma, viene pubblicato all’inizio dell’anno scolastico/accademico. Ad ogni candidato vengono assegnati punteggi secondo il successo ottenuto nell’educazione, l’anno dello studio a cui il candidato è iscritto e lo status sociale. Secondo il punteggio totale ottenuto, viene redatta la graduatoria dei candidati.

Il sindaco approva la Delibera sull’assegnamento delle borse di studio e nell’occasione conclude il contratto di borsa di studio con l’alunno/lo studente, per l’intero periodo di alta educazione, a condizione che nel corso di questo periodo soddisfi tutti i requisiti prescritti.

All’inizio di ogni anno scolastico /accademico “i vecchi” borsisti sono tenuti a mostrare che abbiano soddisfatto tutti i requisiti ai sensi del contratto di borsa di studio (passaggio a una classe superiore/ un anno accademico, la media dei voti, il mantenimento della residenza nel territorio della città di Fiume).

L’attuazione del processo di gara, punteggio e classificazione dei candidati come pure altre mansioni legate all’assegnazioni delle borse di studio svolge la Commissione per l’assegnazione delle borse di studio per studenti che si abilitano a professioni deficitarie.

I contratti di borsa di studio conclusi sulla base della Delibera sull’assegnazione delle borse (“Gazzetta Ufficiale della Regione litoraneo – montana” numero 41/10 e Gazzetta Ufficiale della Città di Fiume 4/15) rimangono in vigore fino alla scadenza del termine durante il quale i contratti sono conclusi, ovvero fino al termine del contratto di borsa di studio.

La borsa di studio per borsisti che si abilitano a professioni deficitarie ammonta a 1.100,00 kune mensili, e le borse vengono concesse per nove mesi all’anno.

Skip to content