Nel 1959, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione dei diritti del fanciullo. Questo è stato il primo documento internazionale sulla protezione dei diritti dei bambini volto a proteggere la posizione dell’infanzia nel mondo.

Il documento più importante per l’attuazione dei diritti dei bambini è stato adottato nel 1989 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Si tratta della Convenzione sui diritti dell’infanzia la quale contiene 54 articoli che regolano la posizione dei bambini nella società. Fino alla primavera del 1996 la Convenzione è stata firmata da 187 paesi in tutto il mondo.

La Repubblica di Croazia ha aderito alla Convenzione sui diritti dell’infanzia nel 1991. Con questo atto, la Croazia si è impegnata davanti alla comunità internazionale ad applicare tutti i diritti che garantiscono la protezione dei diritti dei bambini.

Abbiamo estratto le parti più importanti dalla Convenzione sui diritti dell’infanzia, semplificandola per rendere il testo più accessibile all’età infantile.

  1. OGNI FANCIULLO DEVE GODERE DI UGUALI DIRITTI
    Ogni fanciullo deve godere di uguali diritti, senza eccezione alcuna fondata sulla razza, il colore, la lingua, il sesso, la religione, le opinioni politiche o di altro genere, l’origine etica o sociale, la proprietà o ogni altra condizione, che si riferisca al fanciullo stesso.
  2. OGNI FANCIULLO HA IL DIRITTO ALLA VITA
  3. OGNI BAMBINO HA DIRITTO A UN NOME E DIRITTO AL BENESSERE SOCIALE
    Ogni fanciullo deve essere registrato subito dopo la nascita e deve avere diritto sin dalla nascita a un nome e ad acquisire una cittadinanza e, nei limiti del possibile, diritto di conoscere e di essere curato dai suoi genitori.
  4. DIRITTO ALLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE
    Il fanciullo ha diritto alla libertà di espressione; questo diritto comprende la libertà di ricercare, ricevere e diffondere informazioni e idee di ogni genere.
  5. DIRITTO ALLA LIBERTA ‘DEL PENSIERO
    Il fanciullo ha diritto alla libertà di pensiero, di coscienza e di religione, con una guida adeguata fornita dai genitori.
  6. DIRITTO ALLA LIBERTÀ DI ASSOCIAZIONE
    Il fanciullo ha diritto alla libertà di associazione e di riunione pacifica.
  7. DIRITTO ALLA VITA PRIVATA
    Il fanciullo ha diritto alla protezione contro interferenze nella sua vita privata, nella sua famiglia, nel suo domicilio o nella sua corrispondenza, e contro affronti illegali al suo onore e alla sua reputazione.
  8. DIRITTO ALLE INFORMAZIONI
    Il fanciullo ha diritto di accedere a informazioni e a programmi da diverse fonti nazionali e internazionali. Lo stato dovrebbe incoraggiare i mass media a divulgare tali informazioni e programmi, in particolare quelli che mirano a promuovere il suo benessere sociale e spirituale, nonché la sua salute fisica e mentale, e ad adottare misure per proteggere il fanciullo da informazioni e programmi che potrebbero danneggiare il suo benessere.
  9. DIRITTO ALLA PROTEZIONE DA TUTTE LE FORME DELLA VIOLENZA
    Lo stato proteggerà il fanciullo da qualsiasi forma di negligenza da parte dei suoi genitori o di chiunque altro se ne prenda cura e avvierà programmi di prevenzione della violenza e di assistenza alle vittime.
  10. FANCIULLI CHE RIMANGONO SENZA GENITORI HANNO DIRITTO A UNA CURA SPECIALE
    Un fanciullo che venga privato del suo ambiente familiare avrà diritto a speciale protezione e a una cura adeguata in un’altra famiglia o in un’istituzione che rispetterà la sua origine culturale.
  11. FANCIULLI RIFUGIATI E FANCIULLI – VITTIME DELLA GUERRA HANNO DIRITTO A UNA PROTEZIONE SPECIALE
    Il fanciullo rifugiato e il fanciullo che cerchi di ottenere lo status di rifugiato hanno diritto a una protezione speciale. Fanciulli in età inferiore ai 15 anni non possono direttamente partecipare alle ostilità, né essere reclutati nelle forze armate. I fanciulli colpiti da un conflitto armato hanno diritto a una cura e protezione speciale.
  12. BAMBINI DISABILI HANNO DIRITTO A CURA SPECIALI E AL BENESSERE
    Un fanciullo fisicamente o mentalmente disabile deve godere di una vita soddisfacente che garantisca la sua dignità, che promuova la sua autonomia e faciliti la sua partecipazione attiva alla vita della comunità.
  13. DIRITTO ALLA PROTEZIONE SOCIALE E SANITARIA
    Ogni fanciullo ha diritto alla tutela sociale e sanitaria. Ogni fanciullo ha diritto al godimento dei più alti livelli raggiungibili di salute fisica e mentale e alla fruizione di cure mediche riabilitative.
  14. IL FANCIULLO HA DIRITTO ALL’EDUCAZIONE
    Il fanciullo ha diritto ad avere un’educazione. Lo stato rende l’educazione primaria gratuita ed obbligatoria per tutti; promuove lo sviluppo dell’educazione secondaria disponibile a tutti, e rendere l’istruzione superiore accessibile a tutti sulla base delle capacità.
  15. IL FANCIULLO HA DIRITTO AL RIPOSO E ALLO SVAGO
    Il fanciullo ha diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica.
  16. IL FANCIULLO HA DIRITTO DI CONOSCERE I SUOI DIRITTI

 

Fonti:

  • D.Maleš, I.Starčević: “Najljepše je biti dijete”, TIPEX d.o.o., Zagabria, 1996.
  • D.Skok: “Diritti umani”, Školske novine, Zagabria, 1991.
  • “I diritti dei bambini alla protezione durante conflitti armati e la Convenzione sui diritti dell’infanzia”, UNICEF, 1995.