La Città di Fiume rimborsa parzialmente e interamente le spese per la sistemazione e cure mediche all’Ospedale psichiatrico di Lopača ai cittadini per il tempo necessario.

I beneficiari di quest’assistenza che percepiscono redditi mensili regolari, sono tenuti a partecipare al rimborso delle spese. Il beneficiario che vive da solo partecipa al rimborso delle spese pari al 80% del reddito mensile, il beneficiario che ha famiglia con la quale vive insieme nel nucleo familiare pari al 40% del reddito mensile, mentre il beneficiario che ha famiglia con la quale vive insieme nel nucleo familiare e che viene mantenuta esclusivamente dal suo reddito, nell’importo di 20% del reddito mensile. L’importo del sussidio viene determinato ogni anno con la conclusione presa dal sindaco della Città di Fiume.

Chi può ricevere assistenza?

Persone che secondo il referto medico e la opinione dello psichiatra hanno bisogno di cure mediche, e oltre a questo, ottengono il diritto all’assegno di invalidità oppure all’assegno di assistenza e cura presso Centro per la previdenza sociale di Fiume oppure membri del nucleo familiare che ottiene il garantito minimo compenso presso il Centro per la previdenza sociale di Fiume oppure il nucleo familiare il cui reddito mensile medio negli ultimi tre mesi è stato inferiore al limite di reddito determinato dalla Città di Fiume per ogni componente del nucleo familiare (il limite per il singolo ammonta a 2300 kune, per il nucleo familiare composto da due membri fino a 2.900,00 kune, per il nucleo familiare composto da tre membri fino a 3.900,00 kune, per quello composto da quattro membri fino a 5.000,00 kune, e se il nucleo familiare è composto da più di quattro membri il limite aumenta di 700,00 kune per ogni ulteriore membro.)

Una condizione aggiuntiva per la realizzazione di questo diritto: la persona non deve possedere un bene immobile di (com)proprietà oltre a quello che serve per abitare (secondo bene immobile).

Come ottenere assistenza?

La domanda per ottenere questo diritto si presenta nella sala sportelli della Città di Fiume, Piazza Tito 3, sportello nr. 1, ogni giorno lavorativo dalle 8:30 alle 15:30

Nel corso del processo per il riconoscimento o la realizzazione del diritto i fatti e le circostanze possono essere modificate (ad esempio può cambiare il numero dei familiari, l’indirizzo), e il domandante oppure il beneficiario ha l’obbligo di inoltrare la notifica al Dipartimento per la sanità e la previdenza sociale.

Attraverso l’applicazione e-consulente nell’ambito del Programma sociale della Città di Fiume, i cittadini possono venir a sapere se possono diventare beneficiari di questo tipo di assistenza e come realizzarla