Il Consiglio cittadino ha approvato una serie di delibere legate all’economia comunale, tra cui pure la nuova Delibera sull’indennizzo comunale.

Prima dell’inizio della seduta, il Consiglio ha osservato un minuto di silenzio per commemorare l’improvvisamente scomparsa consigliera Mirjana Jukić. Visto che i partiti nella lista Azione dei giovani-Živi zid-Snaga-Alternativa dalla quale la consigliera Jukić è stata eletta nel Consiglio cittadino non hanno presentato la proposta, un membro supplente non è stato nominato.

Per quanto riguarda l’armonizzazione con le disposizioni della nuova Legge sull’economia comunale, il Consiglio ha approvato la Delibera sull’indennizzo comunale, la Delibera sul contributo comunale e la Delibera sull’ordine comunale.

Ai sensi della nuova delibera, alcuni cittadini pagheranno l’indennizzo diminuito, mentre gli altri invece pagheranno l’importo aumentato, visto che per il territorio cittadino sono state determinate sei zone per alloggi e garage e sei per spazi commerciali e quelli di produzione, a dipendenza delle infrastrutture comunali e i territori delle zone sono stati determinati a seconda dei confini dei comitati di quartiere.

Un lungo dibattito sulla situazione nella municipalizzata Autotrolej

Il Consiglio cittadino ha dibattito sulle delibere legate all’economia comunale

A presentare la relazione sulla situazione nella municipalizzata Autotrolej sono stati il direttore dell’Autotrolej Alberto Kontuš e Željko Smojver, direttore della municipalizzata Rijeka plus, aziende competenti per la manutenzione del parco automezzi del trasportatore pubblico urbano. Kontuš ha rilevato che il problema principale dell’Autotrolej è la mancanza dei conducenti. A prescindere dalla mancanza dei conducenti nel 2018, 8,9 milioni di chilometri sono stati percorsi nel trasporto pubblico, però con numerose ore di straordinario e ferie non godute. Verso la fine dello scorso anno 15 conducenti sono andati in pensione, causando temporaneamente meno frequenti partenze degli autobus nell’orario. Si è verificato un calo nel numero dei passeggieri e un calo dei redditi commerciali. Il calo complessivo dei redditi derivanti dalla vendita ammonta a 3,2 milioni di kune, continuando così la tendenza negativa innescatasi ormai quasi cinque anni fa.

Anche la municipalizzata Rijeka plus ha problemi con le risorse umane per il deflusso della forza lavoro qualificata. Secondo quanto detto dal direttore Smojver, finora le implementate misure di stimolo non hanno dato risultati.

L’Autotrolej ha a disposizione complessivamente 173 autobus. L’età media del parco automezzi è di oltre 12 anni, mentre il chilometraggio medio per veicolo è 585.000 chilometri. Persino 89 veicoli si sono avvicinati a 1.000.000 chilometri percorsi, e questo fatto indica la necessità di mantenere più frequentamene i veicoli. Nel corso del 2018 sono state registrate 8 situazioni incidentali in cui un autobus è andato a fuoco a causa di un guasto del freno a mano.

“Dichiaro sotto la mia piena responsabilità che secondo i risultati ottenuti da parte dell’esperto giudiziario della professione di ingegneria trasportistica, nessun incendio è stato causato come conseguenza del fattore umano, causato da una non professionale o negligente manutenzione“, ha detto Smojver“.

Nel mese di settembre 2019, si attende l’acquisto di 22 nuovi autobus, mentre nell’ultimo trimestre del 2020 si attende l’acquisto di ulteriori 32 nuovi autobus, tutto attraverso i finanziamenti dell’UE. Con l’arrivo degli nuovi autobus, sessanta più vecchi autobus saranno rottamati e in questo modo quasi un terzo del parco automezzi sarà rinnovato e l’età media ridotta e migliorate le condizioni per svolgere l’attività trasportistica e ridotte le spese di manutenzione.

Rispondendo alle domande che gli vengono poste dai consiglieri, il sindaco Obersnel ha rilevato che non ci sono motivi di panico – nessuno nasconde il fatto che esistono problemi, però questi problemi vengono risolti.

L’approvazione della nuova Delibera sull’indennizzo comunale ci permetterà di liberare una parte del denaro fiscale e di rivolgere questi mezzi verso l’Autotrolej attraverso sovvenzioni più significative, al fine di assicurare mezzi sufficienti per aumentare gli stipendi, entro i limiti del possibile,“ ha detto il sindaco, stimando che i problemi con i guasti agli autobus sono sovradimensionati dal pubblico, i guasti accadevano anche prima e anche le altre città croate affrontano problemi simili di Fiume.

Il Consiglio di amministrazione della municipalizzata Autotrolej è stato investito il compito di redigere piani a breve e a lungo termine per risolvere i problemi. Inoltre, sarà prepara la proposta di nuovo orario sulle linee urbane e suburbane allo scopo di raggiungere un rapporto ottimale tra il prezzo e la qualità del servizio. Ai proprietari sarà proposto un piano commerciale con più possibili scenari, che saranno basti su vari perimetri del servizio di trasporto (numero svariato di chilometri), e tra le proposte i proprietari sceglieranno il perimetro ottimale del servizio secondo le possibilità di finanziare la sovvenzione.

Il Consiglio ha approvato la proposta presentata dal club dei consiglieri SDP-Laburisti-SDSS, con la quale il sindaco viene incaricato di preparare un’analisi della situazione di traffico per la città, e di proporre misure per un più efficace uso del trasporto pubblico.

Eletta la nuova convocazione del Consiglio dei giovani della Città di Fiume

Dopo la ripetuta competizione per l’elezione dei membri e dei supplenti del Consiglio dei giovani della Città di Fiume, è stato eletta la nuova convocazione di questo organo consultivo della Città di Fiume per il periodo di tre anni.

Per i neofondati asili d’infanzia “More” e “Sušak”, creati dall’istituzione congiunta Asili di Fiume come conseguenza delle disposizioni di legge, sono state nominate le direttrici, facenti funzione fino ad adesso. L’asilo d’infanzia “Sušak” nei prossimi quattro anni sarà guidato da Milena Vuletić, mentre l’asilo d’infanzia “More” da Jasna Crnčić.