Nel corso della sua consueta conferenza stampa, il sindaco fiumano Vojko Obersnel si è soffermato sul Carnevale fiumano che è appena trascorso e i progetti cofinanziati dai fondi dell’UE mirati a migliorare la qualità della vita dei cittadini di Fiume.

L’edizione di quest’anno del Carnevale ha riscontrato maggior successo – la Sfilata internazionale di carnevale ha registrato il record per quanto concerne il numero dei gruppi, degli spettatori e l’interesse mediatico, come pure l’interesse di ambasciatori e rappresentanti diplomatici e rappresentanti delle città gemellate con Fiume. Anche il Ballo umanitario in maschera si è rivelato un grande successo, durante il quale, secondo le prime stime sono state raccolte circa 100 mila kune per l’acquisto delle necessarie attrezzature sanitarie per la Clinica di chirurgia pediatrica del Centro clinico ospedaliero di Fiume.

“Il Carnevale ha il suo valore turistico ed economico. In questi giorni non era possibile trovare un posto libero a Fiume né nel suo circondario“, ha detto il sindaco Obersnel rilevando che il fatturato turistico a febbraio è stato del 3% superiore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre l’anno 2018 si è concluso con il 20% in più arrivi e pernottamenti rispetto allo scorso anno.

“Credo che un altro passo avanti sarà l’ultimazione dell’investimento a Costabella, dove viene realizzato un albergo e un villaggio turistico con circa 560 posti letto, e il proprietario che ha comprato l’ex sede amministrativa dell’Elektromaterijal all’ingresso dell’ospedale ha annunciato l’inizio della costruzione di un albergo con oltre 100 posti letto entro la fine dell’anno“ ha detto il sindaco Obersnel.

Mezzi a fondo perduto per progetti dell‘UE del valore di 1,5 miliardi di kune

La Città di Fiume ha attinto finora oppure sta attingendo circa 1,5 miliardi di kune, pertanto il sindaco ha parlato dei progetti dell’UE che sono in corso e di quelli per cui abbiamo recentemente ricevuto mezzi a fondo perduto. Grazie ai fondi dell’UE finora 13 asili d’infanzia e scuole sono stati sottoposti a interventi di riqualificazione energetica, mentre in due edifici i lavori di rinnovo sono in corso. Si attende che sarà pubblicato un bando di gara per il rinnovo di ulteriori sei edifici, tra cui pure il Museo civico.

Il complessivo valore di tutti i progetti di riqualificazione energetica ammonta a 96,4 milioni di kune, di cui i mezzi a fondo perduto attinti dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale e il Fondo per la tutela ambientale e l’efficacia energetica ammontano a 50,4 milioni di kune, mentre in bilancio cittadino vengono stanziati 46 milioni di kune. Inoltre, si attende che sarà possibile candidarsi per aggiuntivi 9 milioni di kune a fondo perduto.

Recentemente a favore della Città di Fiume sono stati approvati i mezzi dell’UE per la costruzione di un altro centro di riciclaggio all’indirizzo Joža Vlahović, nell’importo di 781 mila kune, ovvero l’85% dei complessivi costi del progetto del valore di 1,1 milioni di kune. Il nuovo centro di riciclaggio sarà sistemato in uno stabilimento dell’ex fabbrica Torpedo, e si attende che sarà costruito fino alla fine dell’estate. In questo modo s’incoraggiano i cittadini a fare la raccolta differenziata.

Riguarda inoltre la gestione dei rifiuti, la costruzione di un impianto di selezione dei rifiuti utili sul territorio di Mihačeva draga del valore di 30 milioni di kune, per cui il progetto e il permesso di costruire sono pronti e il progetto parteciperà alla gara per il finanziamento dell’UE.

Con i fondi dell’UE saranno acquistati 54 nuovi autobus. Di questo numero complessivo, 22 autobus saranno acquistati dalla municipalizzata Autotrolej con i mezzi a fondo perduto nell’importo di 38 milioni di kune, mentre gli altri autobus saranno acquistati attraverso l’Agglomerazione urbana di Fiume. Si tratta del progetto “Il potenziamento del sistema di trasporto pubblico“, che include l’acquisto di 32 nuovi autobus, l’implementazione del sistema di annuncio autobus alle fermate, la realizzazione delle applicazioni internet e mobili e l’introduzione di semafori intelligenti a sei incroci. Il progetto di acquisto di 32 autobus ha il valore complessivo di 81 milioni di kune, di cui 54 milioni di kune saranno assicurati dai fondi dell‘UE.

Ad aprile si attende l’inizio dei lavori per la ricostruzione di via Krešimir

Sono stati annunciati per il mese di aprile i lavori di ricostruzione di via Krešimir, stimati a durare un anno. L’ente Hrvatske ceste rinnoverà l’arteria stradale,  mentre la municipalizzata “ViK” costruirà un collettore di trasporto delle acque reflue, eseguirà la ricostruzione del tratto dell’acquedotto parallelo al collettore, e la posa della rete DTC. Il valore dei lavori senza IVA ammontano a 34,8 milioni di kune, dove la municipalizzata ViK assicura 18,3 milioni, l’ente “Hrvatske ceste” 16 milioni, e la Città di Fiume 613 mila kune.  I lavori che saranno realizzati dalla municipalizzata ViK vengono finanziati anche dai fondi dell’UE, e fanno parte da un grande progetto dell’UE per cui dai fondi dell’UE è stato approvato l’importo di persino 1,26 miliardi di kune. Durante lo svolgimento dei lavori sarà in atto una particolare regolazione del traffico stradale.

Il sindaco ha specificato inoltre il rifacimento del complesso Benčić, dove grazie al finanziamento dell’UE ormai da un anno sono in corso i lavori di rinnovo della sede dell’ex fabbrica Benčić dove sarà la sede del Museo civico. Nel complesso Benčić con il finanziamento dell’UE sarà costruita la Biblioteca civica e la prima Casa dell’infanzia in Croazia. Nel corso di questa settimana dovrebbero essere avviati i lavori per la riqualificazione della Casa dell’infanzia, in questi giorni sarà presa la decisione sulla scelta dell’appaltatore dei lavori per il rifacimento della piazza e infrastrutture collaterali, è stato indetto un bando di gara per la scelta dell’appaltatore per il rifacimento della Biblioteca civica di Fiume, entro la fine di marzo si attende che sarà di nuovo indetto un bando di gara per l’appaltatore per il panfilo Galeb.

“Si tratta di un progetto molto complesso, dove era necessario creare un nuovo listino prezzi e ottenere il consenso dei conservatori, del Registro navale croato, dell’Agenzia centrale di finanziamento e aggiudicazione dell’UE,“ ha detto il sindaco Obersnel.

La presentazione del progetto Capitale europea della cultura all’estero

Il progetto Fiume 2020 – Capitale europea della cultura nel corso del mese di marzo sarà presentato alla più grande fiera del turismo d’Europa a Berlino, a Belgrado e nel Parlamento europeo a Bruxelles.

Inoltre, verso la fine di marzo nell’ambito del programma preliminare del CEC nei nuovi locali di esposizione Delta 5 si terrà la mostra annuale dell’Associazione degli architetti croati per la prima volta fuori Zagabria.