Il Consiglio cittadino ha approvato all’unanimità la decisione sulla destituzione della presidente del Comitato per le minoranze nazionali della Città di Fiume, Ivona Milinović.

La proposta di destituzione è stata presentata dal Comitato per le elezioni, nomine e revocazioni, tenendo conto dell’esposizione pubblica di Ivona Milinović in un’apparizione televisiva durante la quale ha parlato del numero di serbi a Fiume e nei villaggi della Dalmazia.

L’apparizione pubblica della consigliera Milinović è stata condannata dal club dei consiglieri SDP-Laburisti Croati-SDSS, dal club dei consiglieri HSU-IDS, dal club dei consiglieri HNS, dal club dei consiglieri PGS, dal club dei consiglieri Lista per Fiume, l’Azione dei Giovani e MOST, sottolineando che si trattava di una dichiarazione inappropriata e un inaccettabile discorso di odio.

Approvate le relazioni sul lavoro delle aziende municipalizzate e società di (com)proprietà della Città

Il Consiglio cittadino ha approvato le relazioni per il 2018 sul lavoro delle aziende municipalizzate e società di (com)proprità della Città. Le municipalizzate Čistoća e Kozala hanno ottenuto i risultati di esercizio positivi come pure le società Energo, Rijeka promet, Poslovi sustavi e Rijeka plus, mentre le municipalizzate Autotrolej e ViK hanno realizzato risultati negativi.

Nel 2018, i proventi realizzati dalla municipalizzata Autotrolej ammontano a 141,2 milioni di kun, mentre gli oneri 151,2 milioni di kune, quindi Autotrolej ha chiuso l’anno con una perdita contabile prima delle imposte di 10 milioni di kune.

I consiglieri hanno condannato l’esposizione della consigliera Ivona Milinović

La municipalizzata ha registrato una diminuzione dei proventi provenienti dalle attività regolari (un numero inferiore di utenti di abbonamenti mensili per lavoratori, abbonamenti per pensionati e quelli sociali e biglietti venduti, come pure una diminuzione dei proventi provenienti da giri in autobus concordati. In concomitanza, sono cresciute le spese di carburante, di pezzi di ricambio e di servizi di mantenimento come pure le spese per i dipendenti. Nel corso della seduta i consiglieri hanno discusso, per la maggior parte del tempo, la gestione della municipalizzata Autotrolej, sottolineando l’insostenibilità di questo modo di gestione. Il Consiglio cittadino ha discusso, inoltre, la gestione della società Energo. I proventi totali realizzati dalla società Energo ammontano a 106,6 milioni di kune, mentre gli oneri totali ammontano a 105,5 milioni di kune. L’aumento dei proventi, in larga misura, è la conseguenza di una maggiore vendita di gas naturale e di energia termica. Il profitto come risultato commerciale nell’importo di 1,1 milioni di kune sarà utilizzato per coprire le perdite generate nei periodi precedenti.

La municipalizzata Vodovod i kanalizacija ha chiuso l’anno 2018 con una perdita di 4,5 milioni di kune. I proventi totali ammontano a 121,1 milioni di kune, mentre gli oneri totali ammontano a 125,6 milioni di kune. Il direttore della municipalizzata Vodovod i kanalizacija Andrej Marochini ha rilevato che le ragioni per la perdita si trovano in maggiori stanziamenti per i dipendenti a causa della cambiata tabella dell’organico e aumentate spese di energia elettrica e di appaltatori.

La municipalizzata Čistoća ha chiuso l’anno 2018 con il profitto nell’importo di 14.971.707 kune. La municipalizzata ha realizzato nel periodo precedente perdite a cause delle spese di trasporto dei rifiuti alle discariche che si trovano fuori della Regione litoraneo – montana, pertanto dal realizzato profitto sarà coperta la perdita riportata dagli anni precedenti nell’importo di 13.847.984 kune, mentre il rimanente profitto pari a 1.123.723 kune sarà distribuito a utili portati a nuovo.