Il sindaco Vojko Obersnel ha dato il suo consenso alla municipalizzata Čistoća per il nuovo tariffario per la gestione dei rifiuti comunali prodotti dalle attività domestiche ed economiche, che entra in vigore a partire dal 1mo settembre di quest’anno, e rispetto al quale il previo consenso ha dato l’Organismo di sorveglianza della municipalizzata “Čistoća” e il Consiglio per la tutela dei consumatori. Il prezzo medio mensile del trasporto e della gestione dei rifiuti comunali per un nucleo familiare, inclusa l’IVA, aumenterebbe a 70,16 kune dalle 33,63 kune attuali, ovvero di 36,53 kune.

L’ultimo rincaro dei servizi della Čistoća è stato nel 1995 e da allora il prezzo non ha subito cambiamenti anche se nel periodo di vent’anni, le spese della gestione dei rifiuti sono state aumentate in quasi tutti i segmenti.

La proiezione del nuovo prezzo di gestione dei rifiuti comunali è stata preparata in base alle note spese per la gestione dei rifiuti comunali nel 2015 e 2016, le spese sostenute all’inizio del lavoro del Centro regionale per la gestione dei rifiuti di Marišćina a marzo e conformemente alle nuove disposizioni di legge.

Stimiamo che al CRGR di Marišćina nei prossimi anni circa 60.000 tonnellate dei rifiuti comunali saranno trattate all’anno che include un aumento del 10 % della quantità complessiva dei rifiuti nel prossimo periodo, principalmente a causa della crescita economica e un aumento dei raccolti rifiuti riciclabili fino al 20 %. Le stimate spese complessive della gestione dei rifiuti comunali su base annua ammontano a 106,6 milioni di kune, ovvero, se non aumentiamo il prezzo attuale del trattamento per una tonnellata dei rifiuti comunali di 470 kune, il reddito annuale ammonterebbe a 53,7 milioni di kune, generando una perdita pari a 52,9 milioni di kune.

“Siamo consapevoli che non sia popolare adottare tali decisioni, ma sapevamo che cosa ci aspettava dal momento quando abbiamo avviato la realizzazione del Centro regionale per la gestione dei rifiuti di Marišćina. Per 22 anni non abbiamo aumentato il prezzo, e solo dopo la messa in funzione della zona Marišćina possiamo parlare della gestione dei rifiuti, perché prima di questo avevamo l’abitudine di seppellire i rifiuti“ ha detto il sindaco Obersnel aggiungendo che questa soluzione era meno costosa dell’attuale modello ecologicamente accettabile di gestire i rifiuti con il trattamento meccanico-biologico. La gestione dei rifiuti è stata determinata con il Piano della gestione dei rifiuti della Repubblica di Croazia, il quale prevede la costruzione di 20 centri regionali per la gestione dei rifiuti, di cui solo il Centro Marišćina è stato messo in funzione.

Il sindaco Obersnel ha voluto ricordare agli astanti il fatto, che dal giugno 2015 al marzo 2017, la Čistoća era costretta a trasportare i rifiuti verso altre discariche di rifiuti in Croazia, in quanto il centro Marišćina non era pronto per entrare in funzione, ma a quel punto non ho dato il consenso per l’aumento del prezzo e tutto il costo generato ha prodotto le perdite operative della municipalizzata Čistoće, che sono state coperte con profitti.

“Questo aumento del prezzo per il servizio di gestione dei rifiuti riguarda esclusivamente i futuri costi della gestione dei rifiuti al Centro regionale per la gestione dei rifiuti di Marišćina, e sta a noi a trovare un modello in cui incentivare i cittadini a praticare la raccolta differenziata che potrebbe essere stimolata con un prezzo inferiore: più si differenzia e si producono meno rifiuti che devono essere trasportati verso Marišćina, si paga meno“.

Nel corso del collegio il sindaco ha approvato la Relazione sul lavoro dei consigli dei comitati di quartiere sul territorio della città di Fiume nel 2016. Le attività dei comitati di quartiere sono state finanziate con i mezzi del Bilancio della Città di Fiume e con donazioni, nell’importo totale di 2,43 milioni di kune.

Il sindaco ha approvato la Relazione sui conseguimenti dei migliori alunni e dei loro mentori, insegnanti in diverse competizioni a livello nazione e internazionale. Nel corso dello scorso anno scolastico 62 mentori hanno preparato 162 alunni per diverse competizioni, di cui 103 alunni hanno vinto uno dei primi tre posti a livello nazionale o internazionale delle competizioni e 59 alunni in diversi incontri e rassegne nazionali.