Sono stati determinati gli importi dei diritti nel 2020 che possono essere ottenuti ai sensi della Delibera sulla previdenza sociale della Città di Fiume e della sua politica demografica.

All’inizio di ogni anno, su proposta del Dipartimento cittadino per la sanità e la previdenza sociale, il sindaco di Fiume determina gli importi dei singoli tipi di assistenza di cui alla Delibera sulla previdenza sociale della Città di Fiume. A detta di Karla Mušković, a capo del Dipartimento cittadino per la sanità e la previdenza sociale, gli importi dei diritti sociali nel 2020 rimangono al medesimo livello dello scorso anno.

Il sindaco Vojko Obersnel ha rilevato che per la prossima seduta del Consiglio cittadino sarà preparata la proposta di emendamenti alla Delibera sulla previdenza sociale che includerà le correzioni delle soglie cittadine e l’aumento delle soglie per la realizzazione dei sussidi dedicati ai pensionati da 1.400 a 1.700 kune.

“Con questo aumento della soglia il numero dei beneficiari del Programma sociale fiumano rimarrà approssimamene allo stesso livello. Vale a dire, che nel frattempo, i salari e le pensioni sono aumentati e un gran numero di beneficiari è rimasto al di sopra delle soglie esistenti, che sono un prerequisito per la realizzazione dei diritti sociali, sebbene si tratti di redditi ancora modesti che non permettono una vita normale”, ha spiegato il sindaco Obersnel.

Sussidi per neonati – 1.500 kune per il primo, 2.000 kune per il secondo e 3.000 kune per il terzo figlio

All’ODG del collegio, sussidi attraverso il Programma sociale 2020

Come nei precedenti anni i genitori residenti nel territorio di Fiume riceveranno il sostegno una tantum per l’acquisto degli accessori per il neonato, per il primo figlio nell’importo di 1.500 kune, per il secondo figlio nell’importo di 2.000 kune e per il terzo e ogni seguente figlio nell’importo di 3.000 kune. Nel 2019, 788 beneficiari hanno usufruito di questo sostegno.

I genitori che ricevono il garantito minimo compenso, che soddisfanno la soglia cittadina, un requisito particolare oppure la condizione di famiglia monogenitoriale, oltre al diritto al sostegno unico per il neonato, ottengono il diritto al sostegno per l’acquisto degli accessori per il neonato, nell’importo di 2.000 kune. Si stima che circa 60 beneficiari realizzeranno questo diritto e a tal fine sono state stanziate 120 mila kune in bilancio.

I cittadini che realizzano il diritto all’assegno per figli a carico anche nel 2020 potranno realizzare una diminuzione della retta mensile di frequenza dei programmi d’asilo nido e d’asilo d’infanzia pari al 30%. Nel 2019, 420 genitori hanno usufruito di quest’assistenza, mentre ulteriori 453 beneficiari sono stati esonerati dalla spesa della retta mensile al 100%.

Alunni che regolarmente frequentano scuole medie superiori e studenti che soddisfanno requisiti particolari anche quest’anno potranno realizzare sostegno unico nell’importo di 1.000 kune. Per il pagamento del sussidio, che 79 alunni e studenti hanno usufruito nel 2019, è stato stanziato l’importo di 100 mila kune in bilancio.

Sostegno ai subinquilini come una delle fasce più vulnerabili della popolazione

Sono stati determinati inoltre gli importi dei sussidi per il rimborso delle spese dell’affitto a canone protetto e a canone concordato, con i quali si offre sostegno ai subinquilini che sono una delle fasce più vulnerabili della popolazione.

Gli affittuari protteti e i subinquilini nell’alloggio di proprietà di una persona giuridica possono realizzare assistenza nell’importo del 50% del canone, ovvero al massimo fino all’importo di 1.000 kune mensili, se soddisfanno i requisiti sociali, se soddisfanno la soglia cittadina oppure la condizione di famiglia monogenitoriale. Nel 2019, 398 beneficiari hanno usufruito di questa assistenza.

Sono stati determinati inoltre gli importi per gli subinquilini che abitano in un alloggio di proprietà di una persona privata. I beneficiari che ricevono il garantito minimo compenso ricevono il sussidio che dipende dal numero dei componenti inclusi nel nucleo familiare – i single, hanno il diritto all’assistenza finanziaria mensile pari a 500 kune, il nucleo familiare composto da due e tre membri pari a 750 kune, quello composto da quattro membri pari a 800 kune, se il nucleo familiare è composto da più di quattro membri, l’importo aumenta di 100,00 kune mensili per ogni membro fino a un importo massimo di 1.500, 00 kune mensili. I beneficiari del diritto  all’assegno di cura, del diritto all’assegno di invalidità, del diritto al servizio di intervento precoce oppure del diritto al compenso fino all’impiego, i beneficiari che soddisfanno la soglia cittadina e quelli che ottengono il diritto al servizio di intervento precoce possono realizzare il sussidio nell’importo di 500,00 kune mensili se sono single, ovvero 750,00 kune per il nucleo familiare composto da più membri, a questo importo hanno diritto i beneficiari che soddisfanno il requisito di nucleo familiare monogenitoriale. Nel 2019, 666 single e nuclei familiari hanno usufruito di questo sussidio.

Affittuari protetti, subinquilini negli alloggi di proprietà di una persona giuridica, beneficiari dell’alloggio necessario e persone che ottengono il diritto al compenso delle spese per i servizi comunali possono realizzare il diritto al compenso della spesa per il consumo dell’energia elettrica. I singoli hanno il diritto al sussidio mensile fino all’importo di 150 kune, il nucleo familiare composto da due membri fino a 200 kune, il nucleo familiare composto da tre membri fino a 300 kune, quello composto da quattro membri fino a 400 kune, mentre per ogni successivo membro, il compenso aumenta di 50 kune. Nel 2019, 164 nuclei familiari hanno usufruito del sussidio per pagare la bolletta dell’energia elettrica.

Una volta all’anno i singoli che percepiscono il garantito minimo compenso hanno diritto al sussidio per l’acquisto di un elettrodomestico nell’importo di 1.000 kune. Nel 2019, 353 singoli hanno usufruito di questo diritto.

Trasporto gratuito e sussidi dedicati agli anziani senza reddito e ai pensionati che percepiscono basse pensioni

Tre tipi di sussidi sono dedicati alle persone anziane. Gli over 65 senza reddito nel caso in cui il reddito del suo nucleo familiare non superi la soglia cittadina, hanno diritto al sussidio mensile nell’importo di 150 kune. Nel 2019, 104 persone anziane hanno usufruito di questo sussidio. Il secondo tipo di sussidio è dedicato ai pensionati che percepiscono una pensione inferiore alle 1.400,00 kune, calcolata pure l’integrazione al trattamento minimo per il mese in corso.

I pensionati che percepiscono una pensione fino a 1000 kune, ottengono il diritto al sussidio nell’importo della differenza tra l’importo della pensione mensile che percepisce e l’importo di 1.200,00 kune, mentre i pensionati che percepiscono una pensione  tra 1.200,01 e 1.400,00 kune, ottengono il diritto al sussidio nell’importo di 150,00 kune. Nel 2019, 804 pensionati che percepiscono pensioni basse hanno usufruito di questo sussidio, ovvero 219 beneficiari che percepiscono pensioni inferiori alle 1.200 kune e 585 beneficiari che percepiscono pensioni tra 1.2001 e 1.400 kune.

Inoltre, da tanti anni ormai, la Città di Fiume rimborsa il costo sostenuto per l’abbonamento annuale al trasporto pubblico nell’importo di 30 kune dal bilancio della Città di Fiume, per i cittadini che hanno compito più di 65 anni, il cui reddito mensile è inferiore a 2000 kune. Il trasporto gratuito è consentito agli over 65 che sono donatori del sangue, invalidi militari o civili di guerra, vedove o genitori di difensori croati caduti, internati o scomparsi nella Guerra patriotica oppure soddisfanno il requisito di disabilità fisica. Nel 2019, 4.320 cittadini di Fiume over 65 hanno usufruito di questo sussidio.

Come nei precedenti anni, il sindaco ha approvato la conclusione in base alla quale all’ospedale psichiatrico di Lopača, a carico della Città, può essere sistemato e curato un malato psichiatrico secondo il referto medico e l’opinione dello psichiatra, se soddisfa il requisito sociale oppure se soddisfa la soglia cittadina. I beneficiari di quest’assistenza che percepiscono redditi mensili regolari, sono tenuti a partecipare al rimborso delle spese. Il beneficiario che vive da solo partecipa al rimborso delle spese pari al 80% del reddito mensile, il beneficiario che ha famiglia con la quale vive nel nucleo familiare pari al 40% del reddito mensile, mentre il beneficiario che ha famiglia con la quale vive nel nucleo familiare e che viene mantenuta esclusivamente dal suo reddito, nell’importo del 20% del reddito mensile. Nel 2019, la Città di Fiume ha partecipato al rimborso delle spese per la sistemazione all’ospedale per 39 beneficiari.

3,68 milioni di kune per progetti e programmi nel campo della sanità e della previdenza sociale attraverso bandi di gara

Domani verrà indetta la gara pubblica per la selezione di progetti e programmi nel campo della sanità e della previdenza sociale

Mercoledì, 15 gennaio il Dipartimento per la sanità e la previdenza sociale pubblicherà una gara pubblica per la selezione di progetti e programmi nel campo della sanità e della previdenza sociale nel 2020. Per finanziare questo tipo di progetti e programmi è stato stanziato l’importo di 3,68 milioni di kune. L’importo minimo di un singolo contratto ammonterà a 5.000,00 kune, mentre l’importo massimo di un singolo contratto ammonterà a 600.000,00 kune.

Attraverso la gara pubblica si sostengono progetti e programmi nel campo dell’attività sociale e umanitaria; l’offerta di servizi sociali; la prevenzione di comportamenti inaccettabili dei bambini e giovani; i diritti dei veterani della guerra Patriottica e delle loro famiglie, dei combattenti della Seconda guerra mondiale e dei invalidi civili; la protezione della salute; la protezione e la promozione dei diritti delle persone con disabilità, dei bambini con difficoltà nello sviluppo, degli anziani e infermi e la tutela degli animali.

Sostegno della Città di Fiume all’organizzazione del Carnevale fiumano 2020, che si svolge all’insegna del progetto CEC

La Città di Fiume fornirà assistenza logistica al Carnevale fiumano 2020 e stanzierà 200 mila kune, l’importo che verrà utilizzato per organizzare la Sfilata dei bambini e la Sfilata internazionale, nonché per la scelta della Regina del Carnevale fiumano e la consegna della chiave della città. I ricavi totali del Carnevale fiumano 2020 sono pianificati per un importo totale di 2.340.000,00 kune. La 37a edizione del Carnevale fiumano di quest’anno è particolarmente importante in quanto si svolge nell’anno del progetto Capitale europea della cultura e una parte delle attività carnevalesche è direttamente legata al progetto CEC.

Ulteriore finanziamento dell’attività di un insegnante di sostegno rom nella scuola elementare Škurinje e un defettologo presso la scuola elementare Pećine

La città di Fiume continuerà a finanziare un insegnante di sostegno rom presso la scuola elementare Škurinje, che aiuta studenti e genitori, e un defettologo presso la scuola elementare di Pećine, che fornisce assistenza professionale agli studenti ipovedenti. Per quanto riguarda la scuola elementare Škurinje, è stato consentito di assumere un insegnante di sostegno rom a tempo pieno nel secondo semestre dell’anno scolastico in corso, per il quale saranno stanziate 42.620,00 kune nel bilancio cittadino, mentre la scuola elementare Pećine può assumere un defettologo a tempo parziale nel secondo semestre. A tal scopo nel bilancio cittadino saranno stanziate 64.000,00 kune.

Per l’undicesimo anno Fiume elargisce borse di studio a studenti provenienti da Vukovar

Dal 2010, la Città di Fiume partecipa all’iniziativa “Solidarietà per Vukovar” procurando mezzi finanziari per le borse di studio a favore di dieci studenti residenti nel territorio della città di Vukovar. Il Dipartimento per l’educazione e l’istruzione stanzierà 80.000 kune nel bilancio cittadino 2020 per le borse di studio e ogni studente di Vukovar riceverà 800 kune per il periodo di dieci mesi.

 

Skip to content