Con la sua posizione geografica, collegamenti stradali e infrastrutture sviluppate, come pure lo spirito aperto e multiculturale dei suoi cittadini, Fiume è una località idonea per avviare business e in cui investire.

Fiume è il più grande porto croato, che si trova al crocevia tra i corridoi dell’Europa centrale, dell’Adriatico e del Mediterraneo e le rotte marittime più brevi fino alla destinazione finale. La città basa la sua storia sulla tradizione nella produzione, sulla cantieristica navale, sulla produzione di prodotti petroliferi, prodotti farmaceutici, sul settore dei servizi e sull’applicazione delle nuove tecnologie, in collaborazione con la comunità accademica.

Le infrastrutture comunali sistemate, il Piano di assestamento territoriale approvato come pure il Piano urbanistico generale, le risorse umane qualitative e professionali, e l’orientamento verso innovazioni, nuove tecnologie, e il supporto allo sviluppo economico, rendono Fiume una città in cui conviene fare nuovi investimenti.

Grazie alla sua posizione geo-trasportistica, infrastrutture di qualità e il patrimonio industriale e culturale, e il circondario che offre una scelta per investimenti nel settore turistico, nell’acquacoltura e vari prodotti, Fiume è un centro molto attraente per business nell’ambito di una gamma più vasta delle attività.

Qualche anno fa a Fiume è stato avviato un grande ciclo d’investimenti, sono state costruite alcune strutture sportive, aumentate le capacità portuali e investiti milioni di kune nell’infrastruttura comunale. Gli investimenti fatti nelle capacità turistiche, con il rafforzamento della cantieristica navale e investimenti nei contenuti culturali, dimostrano la diversità dell’economia fiumana e i suoi potenziali commerciali.

La promozione di Fiume come una destinazione di crociere e di nautica da diporto e la decisione con la quale Fiume ha vinto il titolo di Capitale europea della cultura 2020, hanno una grande rilevanza per l’economia di Fiume.