Animali abbandonati vengono sistemati nei rifugi per animali, con l’assistenza di numerose associazioni che se occupano della tutela degli animali.

La modalità di trattamento dei cani non registrati e animali abbandonati e smarriti sul territorio della città di Fiume è stata regolata dalla Delibera sulle condizioni e sulle modalità di detenzione di animali di affezione, sulle modalità di controllo della loro riproduzione, sulle condizioni e sulle modalità di detenzione di cani e sulle modalità di trattamento di animali abbandonati e smarriti  (“Gazzetta ufficiale della Regione litoraneo-montana” numero 44/09 e “Gazzetta ufficiale della Città di Fiume“ numero 4/14).

Nel caso di incuria, maltrattamento e uccisione dell’animale va presentata la denuncia al competente ispezione veterinaria per iscritto dove bisogna specificare quanto più dettagli che indichino l’infrazione della Legge sulla tutela degli animali, sarebbe opportuno inoltre allegare fotografie e video. Se trovate un animale smarrito bisogna rivolgersi alla polizia comunale e se possibile trattenere l’animale.

La polizia comunale invita il servizio autorizzato che si prende cura dell’animale e in base ai segni d’identificazione (marchio, microchip) cerca di trovare il proprietario. Se l’animale non ha nessun segno d’identificazione viene sistemato nel Rifugio per animali Lič, della Stazione veterinaria di Fiume. L’animale rimane nel rifugio sotto sorveglianza del servizio veterinario fino alla sua adozione. Dopo l’arrivo al rifugio, l’animale viene messo in quarantena. Una volta passato il periodo di quarantena, gli animali vengono pubblicizzati sul sito web e su Facebook del rifugio con l’obiettivo di essere adottati.

Il rifugio per animali Lič, della Stazione veterinaria Fiume si trova nel Gorski kotar a una distanza di 40 km da Fiume. Nel rifugio dimorano gli animali ritrovati nel territorio dei comuni e delle città con cui la Stazione veterinaria di Fiume ha firmato il contratto per il collocamento degli animali abbandonati in rifugio. I comuni e le città pagano la dimora degli animali nel rifugio per solo due mesi. Dopo la scadenza di questo termine, ai sensi della legge, tutti gli animali non adottati nel periodo di due mesi devono essere eutanasiati. In questo consiste la differenza tra rifugio e asilo. La Città di Fiume fa appello ad associazioni per la tutela degli animali e ai cittadini, a prescindere della loro residenza, di adottare animali abbandonati sistemati nel Rifugio se hanno le possibilità di adottare un animale.

Associazioni che si occupano della tutela degli animali

Qui di seguito potete sapere i contatti dei promotori dei progetti e programmi con cui prestiamo l’assistenza e a cui potete aderire su base volontaria se amate gli animali e se volete aiutare. Non dimenticate che aiutando qualcuno aiutiamo noi stessi. Il Dipartimento municipale per la sanità e la previdenza sociale sovvenziona programmi delle associazioni che si prendono cura degli animali.

L’associazione per il benessere e la tutela dei gatti “MIJAU” continuamente, anno dopo anno, promuove il progetto di sterilizzazione dei gatti liberi che vivono sul territorio cittadino. La scopo del progetto è quello di prevenire la riproduzione incontrollata e limitare la propagazione delle malattie infettive dei gatti, che possono essere trasmesse anche all’uomo e di avere un ambiente pulito senza animali malati.

La società per la tutela degli animali “Rijeka”, l’associazione degli amici degli animali “Capica” di Fiume e l’Associazione fiumana degli amici degli animali attuano la sterilizzazione di animali abbandonati, fanno da mediatore nell’adozione degli animali, organizzano conferenze e distribuiscono materiali educativi, organizzano iniziative umanitarie e lavori socialmente utili. Inoltre, si prendono cura degli animali sistemati in rifugi non registrati.