Il finanziamento dei piccoli interventi comunali (priorità comunali) e l’adozione del Piano per la ripartizione dei mezzi finanziari per le priorità comunali sul territorio di ogni comitato di quartiere è stato determinato conformemente agli articoli 5 e 6 della Delibera sul modo in cui vanno finanziate le attività dei comitati di quartiere nel comprensorio della Città (Gazzetta ufficiale della Regione litoraneo-montana 41/08, 44/09, 46/12, 14/13)

Finanziamento – per la realizzazione del piano dei piccoli interventi comunali (priorità comunali) che viene adottato dal consiglio dei comitati di quartiere, nel bilancio della Città di Fiume vanno assicurati i mezzi pari all’80% dei mezzi raccolti a titolo dell’indennità comunale per gli spazi abitativi e garage sul territorio del relativo comitato di quartiere nell’anno che precede l’anno in cui va adottato il Piano dei piccoli interventi comunali. (ad esempio: i mezzi relativi all’indennità comunale incassata nel 2014 per il Piano dei piccoli interventi nel 2016, che va adottato nel mese di dicembre 2015.)

I mezzi finanziari sono allocati al comitato di quartiere secondo i seguenti criteri:

  • l’importo pari al 20% dei mezzi in proporzione con il numero degli abitanti,
  • l’importo pari al 20% dei mezzi in proporzione con la realizzata indennità comunale,
  • l’importo pari al 20% dei mezzi in proporzione con la superficie del comitato di quartiere.

Il rimanente importo pari al 40% dei mezzi dell’indennità comunale va accantonato come mezzi di compenso che vanno distribuiti in modo che il 50% dell’importo viene distribuito in proporzione con il numero degli abitanti e il 50% dell’importo in proporzione con il livello dell’attrezzamento al comitato di quartiere dove il livello dell’attrezzamento delle strutture e degli impianti dell’infrastruttura comunale è insufficiente.