Il contribuente dell’imposta sui consumi è la persona giuridica e fisica che presta servizi di ospitalità nel comprensorio della Città. L’imposta sui consumi è un’entrata di bilancio della Città.

L’aliquota dell’imposta sui consumi: l’1,5 %

L’imposta sui consumi viene pagata su consumi di bevande alcoliche (brandy, grappa e i superalcolici), vini naturali e speciali, birra e bevande analcoliche (succhi di frutta naturali come pure tutte le bevande rinfrescanti, analcoliche, aromatiche, gassate e acque minerali e gassate, tranne caffè e tè) nel settore alberghiero.

La base dell’imposta sui consumi è il prezzo di vendita delle bevande a cui queste si vendono nei ristoranti e bar, senza l’imposta sul valore aggiuntivo, pagabile all’aliquota del 1,5%.

Il contribuente ha l’obbligo di presentare il resoconto mensile sull’imposta computa e versata compilando il modulo PP-MI-PO fino al 20esimo giorno del mese per il mese precedente che può essere inviato all’ufficio della Città di Fiume, piazza Tito n. 3, per posta all’indirizzo: Città di Fiume, Dipartimento delle Finanze, via del Corso 16, Fiume o più semplicemente e in modo più veloce ed efficace, via moduli on-line. Il contribuente deve pagare l’obbligo stabilito fino all’ultimo giorno del mese per il mese precedente.

Presso il proprio ufficio contabile, il contribuente dell’imposta sui consumi deve avere disponibili tutti i dati necessari per determinare e pagare l’imposta sui consumi.

Il contribuente ha obbligo di inviare alla Città – Dipartimento delle Finanze la prova di ogni modifica che influisce sulla determinazione dell’obbligo fiscale, entro 15 giorni dal cambiamento accaduto.

Per la determinazione dell’imposta, della riscossione, del ricorso, del rinnovo del procedimento, del termine di prescrizione, dell’esecuzione, come pure tutte le altre azioni procedurali, vengono applicate le disposizioni della Legge sull’imposta generale (Gazzetta Ufficiale n.115/16).

L’imposta sui consumi è stata fissata dalla Legge sulle imposte locali (“Gazzetta Ufficiale” n. 115/16) e dalla Delibera sulle imposte della Città di Fiume (Gazzetta Ufficiale n. 34/17 e Gazzetta Ufficiale della Città di Fiume 03/17).

Per l’omessa dichiarazione con tutti i dati necessari per determinare la tassa, si prevedono multe per violenza nell’importo che varia da 2000,00 fino a 25.000,00 kune, in conformità all’articolo 56 della Legge sulle imposte locali.

Moduli