Il programma sociale della Città di Fiume viene promosso a partire dal 1993 allo scopo di proteggere aggiuntivamente le fasce socialmente più deboli, che a causa di sfavorevoli circostanze personali e sociali non sono in grado di soddisfare indipendentemente le loro esigenze essenziali di vita.

Ormai da molti anni, la Città di Fiume fornisce assistenza ai suoi cittadini che a seguito di una malattia, la disoccupazione di lungo periodo o simili circostanze di vita difficili sono a rischio di povertà ed esclusione sociale e hanno bisogno del nostro aiuto.

Oltre al diritto al rimborso dei costi abitativi e ai pasti nella mensa dei poveri, garantiti a tutti i cittadini croati a rischio di povertà, a Fiume, a questa fascia e alla fascia esposta al rischio di esclusione sociale (ad esempio disabili, anziani) sono disponibili molti altri diritti e tipi di assistenza.

Rimborsiamo parzialmente i loro costi abitativi, l’alimentazione, certi servizi sanitari e sociali quando ne hanno bisogno e servizi di trasporto pubblico urbano. Ai più giovani permettiamo l’inserimento all’asilo nido o alla scuola materna, ai bambini più grandi il soggiorno prolungato in scuola e forniamo i libri e accessori scolastici. A ogni persona singola, beneficiario del garantito minimo sussidio, su base annua, assegniamo sussidi per facilitare l’acquisto di un necessario elettrodomestico. Ai pensionati e persone anziane senza reddito offriamo un’assistenza aggiuntiva tramite sussidi mensili. Forniamo sostegno ai nostri cittadini al momento della nascita e della morte di un familiare.

Con tutte le misure sociali, prima di tutto, cerchiamo di attenuare le conseguenze delle loro difficili circostanze di vita, come pure di rafforzare i cittadini affinché in futuro possano indipendentemente risolvere le sfide della vita e contribuire alla crescita e allo sviluppo della nostra città.

I diritti nell’ambito della previdenza sociale assicurata dalla Città di Fiume per le fasce socialmente deboli, sia i diritti prescritti dalla Legge, sia i diritti che superano lo standard prescritto dalla Legge, le condizioni e il modo di ottenimento come pure il processo per l’ottenimento di questi diritti sono prescritti dalla Decisione sulla previdenza sociale della Città di Fiume.

Oltre a questo, numerose istituzioni e associazioni a Fiume prestano vari servizi sociali e assistenza laica  alle fasce socialmente deboli per prevenire la loro esclusione sociale. Grazie ai cofinanziamenti stanziati nel bilancio della Città di Fiume, la maggior parte dei detti servizi e programmi è disponibile ai beneficiari a titolo gratuito.

Le basi legali del Programma sociale della Città di Fiume

  • Legge sulla previdenza sociale (Gazzetta Ufficiale 157/13, 152/14, 99/15)
  • Delibera sulla previdenza sociale (Gazzetta Ufficiale della Città di Fiume 14/14)
  • Delibera sull’indennità comunale
  • Delibere del sindaco
    • Proposta di conclusione relativa all’importo del sussidio per il rimborso delle spese dell’affitto protetto e quello liberamente accordato di un appartamento di proprietà di una persona giuridica
    • Proposta di conclusione relativa all’importo del sussidio per il rimborso delle spese del subaffitto
    • Proposta di conclusione relativa all’importo del sussidio per il rimborso dei costi di energia elettrica
    • Proposta di conclusione sull’importo del buono regalo per l’acquisto degli accessori per i neonati
    • Proposta di conclusione sulla determinazione di una riduzione della retta mensile delle scuole materne per i beneficiari che soddisfanno il requisito di assegno per i figli a carico
    • Proposta di conclusione sulla determinazione dei criteri per la partecipazione al rimborso dei costi per la sistemazione e il ricovero all’Ospedale psichiatrico di Lopača e dell’importo mensile del sussidio dedicato alle necessità personali
    • Proposta di conclusione sul cofinanziamento dei costi di energia elettrica per le persone socialmente svantaggiate
    • Proposta di conclusione sul cofinanziamento dei costi di riscaldamento centralizzato per le persone socialmente svantaggiate
    • Proposta di conclusione sull’importo del sussidio per i pensionati
    • Proposta di conclusione sul rimborso dei costi della tessera annuale nel 2015 per i cittadini che hanno compiuto 65 anni
    • Proposta di conclusione sul finanziamento del trasporto delle persone disabili nel 2015
    • Proposta di conclusione sull’assegnazione dei “buoni regalo” agli alunni delle scuole elementari per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2015/16
    • Proposta di conclusione sull’erogazione dei sussidi ai bambini – alunni delle scuole medie superiori e studenti, figli dei difensori croati caduti e scomparsi nella Guerra patriottica
    • Proposta di conclusione sul finanziamento dei buoni regalo per i pensionati della città di Fiume in occasione delle festività natalizie e di Capodanno